sezioni



Enrico Mattei, nato ad Acqualagna (Pesaro) il 29 Aprile 1906, proveniva da una famiglia modesta ed iniziò a lavorare prestissimo. A trent'anni, dopo aver ricoperto alcuni incarichi di responsabilità presso ditte private, avviò un'attività industriale autonoma impegnando i propri risparmi in una piccola fabbrica di prodotti chimici per il settore conciario e tessile.
Durante la guerra, Mattei militò nelle formazioni partigiane con posizioni di responsabilità fino a far parte del Comando del movimento di Resistenza nell'Italia Settentrionale.
Mattei fu nominato Commissario dell'AGIP in Alta Italia nel 1945, con l'incarico di liquidare tutti gli impianti dell'azienda petrolifera di Stato. Fu l'inizio del suo lungo impegno, attuato per 18 anni, nel campo degli idrocarburi.
Le inattese scoperte di gas nella pianura padana, l'intensa attività per l'utilizzazione e la commercializzazione del metano, la dedizione nel promuovere uno strumento legislativo che regolasse tutta la materia degli idrocarburi nazionali, costituirono i momenti più salienti dell'attività di Mattei, che fu quindi posto alla guida dell'ENI, istituito il 10 febbraio 1953.
Il ruolo di Mattei come presidente dell'ENI coincisero con le tappe di maggior rilievo dell'Ente di Stato: la nuova formula di associazione offerta ai paesi produttori, l'azione di contenimento svolta sui prezzi al consumo dei prodotti petroliferi, il lancio di una grande e moderna industria petrolchimica nazionale, l'esportazione all'estero di una qualificata attività di progettazione ingegneristica, la costante attenzione verso le attività sociali.
Il 27 ottobre 1962, esplose il jet - un Morane Saulnier 760 - sul quale Mattei viaggiava da Catania a Milano. Avvenne alle ore 19 circa, a Bascapé (Pavia), poco prima dell’atterraggio a Linate e provocò la morte del presidente dell’ENI, del pilota, Irnerio Bertuzzi e di William McHale, un giornalista americano ospite di Mattei.
Parallelamente all'inchiesta amministrativa condotta dall'Aeronautica Militare, la Procura di Pavia aprì un'inchiesta per i reati di omicidio pluriaggravato e disastro aviatorio.
Ancor oggi permane il mistero sulle cause della scomparsa di Mattei, il più potente manager di stato italiano.

Bibliografia e filmografia su Mattei







Cenni storiciEnrico MatteiE. Mattei - LibriDecimomannu